Blog

  • Domenica
    14 Dicembre
    2014

    Invece di abbandonare, sforzati di pensare

    Pubblicato da in Organizzazione – Finanza – Controllo

    “Invece di abbandonare, sforzati di pensare”, è lo slogan estrapolato dalla discussione tra Timothy Perlick, direttore allo sviluppo professionale del gruppo CME, e HBR, circa l’uso dell’organizzazione secondo la ricerca di Carol Dweck. Di seguito, un estratto della discussione:
    Chi ha iniziato a “Sviluppare la mentalità”?
    Nel 2012 Phupinder Gill è diventato il nostro CEO. Riconobbe quanto il consolidamento, la tecnologia, e la globalizzazione influiscono nella nostra industria e credeva che i nostri dipendenti avessero bisogno di sforzarsi e pensare ai nuovi modelli di business. Abbiamo ingaggiato Carol per parlare con il direttore e poi con tutti i dipendenti. Abbiamo registrato le riunioni, e tutti i dipendenti hanno guardato il video. Gill sottolinea l’idea di evidenziare la mentalità della crescita. Invece di concentrarsi sull’output, che può essere visto come il risultato di un talento (emblematico di una mentalità fissa), pensiamo con fatica. Invece di celebrare i successi dei dipendenti, noi diciamo: “Grazie per averci provato”.
    Questo ha cambiato il vostro modo di assumere?
    Si. Abbiamo adottato una tecnica comportamentale che fa uso delle domande come se fossero un’intervista. Per esempio, “Descrivi un momento che hai paragonato ad una sfida.  Come hai fatto a superare i tuoi limiti attraverso essa?” Noi non assumiamo specificatamente per la capacità di sviluppare una mentalità, noi miriamo alla qualità.
    Alcuni dipendenti preferiscono non cambiare?
    Sicuramente. Alcuni non si adattano ed altri hanno abbandonato per trasferirsi in altre aziende.
    Il cambiamento culturale ha avuto successo?
    È troppo presto per dire che sia stato un enorme successo. Ma ci ha permesso di formalizzare e istituzionalizzare il nostro processo di innovazione e di innovare più rapidamente.

    Se foste stati al posto di Timothy Perlick, come avreste risposto alle stesse domande?

newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato

contatti

Rimani in contatto

Scrivici, verrai ricontattato al più presto