Blog

  • Martedì
    26 Ottobre
    2021

    Fondo perduto per i soggetti con ricavi o compensi tra 10 e 15 milioni di euro – Sostegni-Bis

    Pubblicato da in Diritto tributario e societario | Bandi e opportunità Finanziarie

    L’art. 1 co. 30-bis del DL 25.5.2021 n. 73 (c.d. “Sostegni-bis”), conv. L. 23.7.2021 n. 106, ha esteso l’erogazione dei contributi a fondo perduto previsti dall’art. 1 del DL 41/2021 (c.d. “Sostegni”) e dall’art. 1 co. 5 – 13 dello stesso DL 73/2021 (contributo “alternativo” per attività stagionali del DL “Sostegni-bis”) ai soggetti con ricavi o compensi 2019 compresi tra 10 e 15 milioni di euro.

    Con il provv. Agenzia delle Entrate 13.10.2021 n. 268440:

    • sono stati definiti il contenuto, le modalità e i termini di presentazione dell’istanza per l’accesso ai suddetti contributi;
    • è stato approvato un apposito modello, con le relative istruzioni di compilazione, per presentare tale istanza.

     

    2 SOGGETTI BENEFICIARI

    Possono beneficiare del contributo i soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione o che producono reddito agrario, titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che:

    • abbiano conseguito un ammontare di ricavi o di compensi superiore a 10 milioni di euro e fino a 15 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019 (soggetti “solari”);
    • siano in possesso dei requisiti previsti per il riconoscimento del contributo a fondo perduto del DL “Sostegni” (di cui all’art. 1 del DL 41/2021) o del contributo a fondo perduto “alternativo” per attività stagionali del DL “Sostegni-bis” (art. 1 co. 5 – 13 del DL 73/2021).

     

    Esclusioni

    Il contributo non spetta:

    • ai soggetti la cui partita IVA risulti non attiva, rispettivamente, al 23.3.2021 per il contributo “Sostegni” (data di entrata in vigore del DL 41/2021) o al 26.5.2021 per il contributo attività stagionali “Sostegni-bis” (data di entrata in vigore del DL 73/2021);
    • ai soggetti che hanno attivato la partita IVA successivamente al 31.12.2019 (ad eccezione degli eredi che proseguono l’attività del deceduto e dei soggetti che si sono costituiti a seguito di operazioni di trasformazione aziendale che proseguono l’attività svolta dal soggetto confluito);
    • agli enti pubblici di cui all’art. 74 del TUIR;
    • agli intermediari finanziari e alle società di partecipazione di cui all’art. 162-bis del TUIR.

    Per maggiori informazioni e assistenza scrivi a info@centocinquanta.it

    Scarica la circolare completa

    Etichette: , , , , ,

newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato

contatti

Rimani in contatto

Scrivici, verrai ricontattato al più presto