Bandi e opportunità Finanziarie

Contributi a fondo perduto per processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale – AZIONE 3.1.1-3 DEL PO FESR 2014-2020

Oggetto dell’Avviso

erogazione di contributi a fondo perduto

Beneficiari

Micro, Piccole e Medie Imprese esistenti che esercitano un’attività identificata come prevalente, e rientrante in uno dei codici ATECO ISTAT 2007 riportati nell’Allegato 1 all’Avviso, ovvero

– estrazione di minerali da cave e miniere;

– attività manifatturiere;

– fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;

– fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;

– costruzioni

– commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli;

– trasporto e magazzinaggio;

– attività di servizi di alloggio e ristorazione;

– servizio di comunicazione e informazione;

– attività professionali, scientifiche e tecniche;

– noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese;

– sanità e assistenza sociale;

– attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento;

– altre attività di servizi, con esclusione dei codici 94 e 96.09.03

 

Massimali di finanziamento

minimo € 30.000,00 – massimo € 250.000,00. Il livello di aiuto concesso – sotto forma di contributo a fondo perduto – può arrivare fino ad massimo del 75% della spesa ritenuta ammissibile. Le spese sono ammissibili dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto.

Il contributo non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari, per le stesse spese ammissibili.

Spese ammissibili

Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti: opere edili di ristrutturazione su edifici già esistenti nella misura massima del 40% del progetto ammesso, impianti macchinari, attrezzature nuove di fabbrica, software, servizi e-commerce, servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione (tali servizi non devono essere continuativi o periodici ed esulano dai costi di esercizio ordinari d’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale e la pubblicità).

Gli investimenti potranno essere finalizzati a: ridurre gli impatti ambientali, supportare l’adozione delle tecnologie chiave abilitanti nei processi produttivi coerentemente con la Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente; ampliare la gamma di prodotti e servizi offerti focalizzandosi su quelli meno esposti alla concorrenza internazionale; adottare nuovi modelli di produzione o modelli imprenditoriali innovativi; orientare la produzione verso segmenti di più alta qualità; adottare nuovi modelli organizzativi, di gestione e controllo, ad esempio quelli previsti dal decreto legislativo n. 231/2001; attivare relazioni stabili con altre aziende; migliorare i tempi di risposta e di soddisfacimento delle esigenze dei clienti; migliorare la sicurezza delle imprese.

 

Modalità di presentazione delle domande

Le prenotazioni delle domande, dovranno essere effettuate avvalendosi del “Portale delle agevolazioni” reso disponibile all’indirizzo: http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it e saranno finanziate in ordine cronologico, fino ad esaurimento delle risorse stanziate, a seguito di una procedura valutativa la cui durata non si protrarrà oltre i 240 giorni dalla scadenza dell’Avviso.

Le prenotazioni delle domande devono essere effettuate a partire dalle ore 14.00 del 31° giorno dalla data di pubblicazione fino alle ore 14.00 del 41° giorno dalla stessa data.

Considerato che l’avviso è stato pubblicato sulla GURS n. 7 del 9/2/2018, quindi dalle 14:00 12/3/2018 alle 14:00 del 22/3/2018.

 

Per presentazione delle domande e informazioni info@centocinquanta.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *