Bandi e opportunità Finanziarie

Aiuti all’avviamento di Imprese per i Giovani Agricoltori

PSR – Sottomisura 6.1 –

 

FINALITÀ

La Sottomisura 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori ” è finalizzata a promuovere il ricambio generazionale dell’agricoltura siciliana e a tal fine sostiene, attraverso un premio forfettario di insediamento, l’avvio di nuove imprese gestite da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta nell’azienda agricola in qualità di capo azienda.

DOTAZIONE FINANZIARIA E LOCALIZZAZIONE

La dotazione finanziaria del presente bando, che rappresenta una quota parte delle risorse pubbliche in dotazione alla sottomisura 6.1, è pari a 40.000.000,00 di euro, di cui FEASR 24.200.000,00 di euro. La Sottomisura 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori” si applica sull’intero territorio regionale.

BENEFICIARI

Il sostegno della sottomisura 6.1 (premio) è rivolto ai giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola. Possono presentare domanda di partecipazione al bando i giovani agricoltori che si sono insediati per la prima volta entro i dodici mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto nonché quelli che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola, che abbiano una età compresa tra 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda.

Per primo insediamento si intende l’assunzione per la prima volta, da parte del giovane agricoltore, della responsabilità (insediamento singolo) o corresponsabilità (insediamenti plurimi) civile e finanziaria nella gestione di una azienda agricola e la titolarità (insediamento singolo) o contitolarità (insediamenti plurimi) della stessa.

Nella medesima azienda potranno insediarsi fino a tre giovani agricoltori in forma associata (insediamento plurimo); il premio sarà erogato a ciascuno degli insediati, fino ad un massimo di tre premi. L’insediamento, sia singolo che plurimo, potrà avvenire in una azienda condotta da una forma associata, all’interno della quale il/i giovane/i agricoltore/i assume/ono la responsabilità legale e la preminenza gestionale della società.

Per forme associate si intendono: le società di persone, le società di capitale, le società cooperative agricole di conduzione di cui all’art. 2, punto 1 del D. lgs n. 99/2004. Qualsiasi forma associata dovrà essere costituita allo scopo di svolgere attività agricola.

AMMISSIBILITA’

Il giovane agricoltore deve possedere all’atto della presentazione della domanda, pena l’inammissibilità della stessa, i seguenti requisiti:

  • avere un età compresa tra 18 e 41 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda;
  • possedere conoscenze e competenze professionali adeguate. Tali conoscenze e competenze si considerano assolte attraverso la dimostrazione da parte del/i giovane/i agricoltore/i di almeno una delle seguenti condizioni:

1) essere in possesso di diploma di laurea, anche triennale, in scienze agrarie e forestali. Nel caso di aziende zootecniche è ammessa anche la laurea in medicina veterinaria;

2) essere in possesso di un titolo di studio superiore nel settore agricolo (perito agrario, agrotecnico);

3) essere in possesso di attestato ottenuto con superamento di esami finali di corsi professionali per conduttore o per capo azienda, svolti da Enti o Istituti di Formazione riconosciuti ai sensi delle normative vigenti in materia;

4) esperienza lavorativa in qualità di coadiuvante familiare o lavoratore agricolo per almeno 3 anni negli ultimi cinque anni precedenti la presentazione della domanda, documentata con iscrizione all’INPS per la previdenza agricola.

Nei casi in cui il giovane imprenditore non soddisfi, al momento della presentazione della domanda di sostegno, una delle condizioni di cui ai precedenti numeri 1), 2) e 3), l’Amministrazione, ai sensi del Reg. (UE) n. 807, art. 2, paragrafo 3, concederà al beneficiario un periodo massimo di 36 mesi, a far data dal decreto di concessione del finanziamento (sinonimo della decisione individuale di concedere il sostegno) in modo da metterlo in grado di soddisfare le condizioni relative all’acquisizione del predetto requisito. Nel caso in cui entro tale periodo di 36 mesi il giovane non abbia raggiunto detto requisito si dovrà procedere alla revoca della concessione sia del premio che della concessione degli investimenti facenti parte del pacchetto.

Nel caso di insediamenti plurimi, il requisito della professionalità dovrà essere acquisito obbligatoriamente entro i termini predetti almeno dal giovane agricoltore che ha presentato la domanda di sostegno per l’investimento, pena la revoca del/i premio/i e del finanziamento. Qualora gli altri giovani agricoltori che presentano la domanda per l’accesso al premio, non dovessero rispettare tale requisito entro i predetti 36 mesi, non si procederà alla revoca solamente nel caso in cui il/i giovane/i rimanente/i manterrà/manterranno l’impegno a realizzare interamente l’iniziativa progettuale relativa al Pacchetto approvata dall’Amministrazione. Ovviamente, ai giovani inadempienti verrà revocato il premio.

 

CONDIZIONI DI ACCESSO

Il sostegno si applica esclusivamente nell’ambito del “pacchetto giovani agricoltori” che prevede la concessione del premio solo in combinazione con almeno un’altra sottomisura prevista dal PSR Sicilia 2014/2020. Ciò comporta che ai fini dell’accesso ai benefici della presente sottomisura il giovane agricoltore dovrà accedere obbligatoriamente ad almeno un’altra sottomisura del predetto PSR, da scegliere tra quelle sotto elencate:

4.1 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole;

  1. 4.a Investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole, Supporto alla diversificazione dell’attività agricola verso la creazione e sviluppo di attività extra-agricole;

8.1 Sostegno alla forestazione/all’imboschimento;

8.3 Sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici;

8.5 Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali;

8.6 Sostegno agli investimenti in tecnologie silvicole e alla trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste;

16.2 Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie

Tipo di insediamento

Insediamento singolo: Importo minimo spesa complessiva investimenti PSA 80.000 – Importo massimo spesa complessiva investimenti 250.000;

Doppio insediamento (due giovani): Importo minimo spesa complessiva PSA 160.000 – Importo massimo spesa complessiva investimenti PSA 320.000;

Triplo insediamento (tre giovani): Importo minimo spesa complessiva PSA 240.000 – Importo massimo spesa complessiva 450.000;

Il premio è concesso sotto forma di aiuto forfettario a fondo perduto.

Il predetto premio è pari ad € 40.000,00. La sovvenzione è fino al 70% a fondo perduto.

SCADENZA

Le domande di sostegno dovranno essere caricate e rilasciate sul portale SIAN di AGEA, a partire dal 29/05/2017 e sino e non oltre il 18/10/2017.

 

Come possiamo essere utili

Siamo disponibili ad analizzare in via gratuita la possibilità che l’azienda abbia i requisiti per partecipare. Compili il seguente form al link

Per info: maria.viscuso@centocinquanta.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *