Bandi e opportunità Finanziarie

Fondi Europei per l’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali

PSR Misura 6.2

Per favorire la diversificazione ed il rafforzamento dei sistemi economici locali, nelle zone rurali a forte dipendenza dal settore agricolo , i fondi europei sostengono l’avviamento di attività extra-agricole che aprano nuove opportunità di occupazione e di sviluppo per il territorio.

La misura 6.2 del PSR Sicilia , infatti, prevede l’erogazione di aiuti forfettari a fondo perduto, in regime de minimis , in favore delle nuove attività d’ impresa nel settore delle attività extra-agricole , quali:

  • produzione di energia da fonti rinnovabile e razionalizzazione dell’uso di energia;
  • attività di turismo rurale e di valorizzazione di beni culturali ed ambientali;
  • attività inerenti le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, attività informatiche ed elettroniche, e-commerce;
  • servizi per le aziende agricole e per la a popolazione rurale;
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti artigianali e industriali (ad eccezione di quelli agricoli ed agroalimentari)

Il bando, promosso dal competente Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana, è cofinanziato con le risorse comunitarie FEASR ( PSR Sicilia 2014/2020 ) per 20 milioni (di cui 12,1 di fondi UE).

Possono accedere ai benefici gli agricoltori ed i coadiuvanti familiari per attività promosse nelle zone rurali C e D (sostanzialmente la grande maggioranza dei centri medio-piccoli e delle aree interne, escluse le grandi aree urbane e quelle caratterizzate da agricoltura intensiva ).

Il beneficio è erogato in forma forfettaria nella misura di 20.000 euro sulla base di graduatorie che terranno conto di criteri di punteggio e priorità prestabiliti ( giovani , donne , coerenza del piano di sviluppo aziendale , zone rurali con problemi di sviluppo, ecc…).

Il premio per l’ avviamento di attività extra-agricole sarà erogato in due rate: un anticipo pari al 60% dopo l’approvazione ed il restante 40% a saldo dopo la verifica dell’attuazione dell’intervento .

Per accedere alla misura occorrerà presentare apposita istanza, corredata della prescritta documentazione, in forma telematica sul portale SIAN dal 12 giugno e fino al 31 ottobre 2017 , le domande dovranno poi essere inoltrate entro 10 giorni in formato cartaceo ai competenti uffici del Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana .

 

Come possiamo essere utili

Siamo disponibili ad analizzare in via gratuita la possibilità che l’azienda abbia i requisiti per partecipare. Compili il seguente form al link

Per info: maria.viscuso@centocinquanta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *