Organizzazione - Finanza - Controllo

Perché le aziende dovrebbero investire nella cultura organizzativa

Il processo di creazione di ambienti di lavoro eccellenti basati sulla fiducia è un valore fondamentale, ma non è sempre facile convincere i dirigenti delle organizzazioni che la cultura aziendale sia qualcosa di più che un aspetto “intangibile”.
Tre sono i motivi essenziali per cui le aziende dovrebbero investire nella cultura organizzativa:
1) Sostenere i collaboratori crea valore – quando i collaboratori decidono di lasciare un’azienda, l’organizzazione deve affrontare una perdita costosa, fino a 3 volte la retribuzione iniziale del collaboratore, a seconda sul suo livello di competenze. Concentrando gli sforzi sulla costruzione di un ambiente di lavoro eccellente – cioè un luogo in cui le persone hanno fiducia nei responsabili, sono orgogliose del lavoro che fanno, e si divertono con i colleghi – si crea un ambiente che i collaboratori saranno meno propensi a lasciare.
2) Una cultura forte rafforza il brand. In questa epoca di social media, i collaboratori, così come i clienti, trasmettono allo stesso modo le loro esperienze per il mondo. Gli sforzi per assicurare che i collaboratori siano soddisfatti portano con sé dei risultati concreti, poiché le persone che lavorano nei migliori ambienti di lavoro sono destinate a diventare veri e propri ambasciatori del proprio brand.

3) Una cultura forte può essere sfruttata per eseguire la strategia. Un’azienda con una forte cultura aziendale, che incorpora valori comuni, ha il vantaggio di avere orientamenti chiari per le persone (il “come”), da seguire dal momento in cui si impegnano a raggiungere gli obiettivi aziendali condivisi (il “cosa”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *